Le cose belle dell’Angola e dello Zimbabwe – Mana Pools National Park

SONY DSC

Mana Pools National Park, uno dei parchi nazionali più selvaggi dello Zimbabwe e vasto complesso faunistico e naturalistico, insieme alla valle di Sapi e Chewore, è patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Mana Pools National Park, situato nell’estremo nord dello Zimbabwe, è l’area centrale della riserva della biosfera del Medio Zambesi, importante area per la sopravvivenza degli uccelli.

Il Parco  è un’area, di paesaggi teatrali e processi ecologici delimitata, dal fiume Zambesi a nord e da una ripida scarpata montuosa, che si innalza fino a oltre 1.000 metri dal fondovalle, a sud; questo territorio di circa 700.000 metri quadrati, offre riparo a grandi popolazioni di mammiferi africani.

22Elefante Mana Pool 2 18Bufalo mana 23 24

Piscine, padelle e sorgenti

Il parco prende il nome dalle piscine che si trovano nei canali fluviali. Si dice che Mana significhi “quattro”, riferendosi alle più grandi di queste piscine che trattengono l’acqua tutto l’anno. Lontano dallo Zambesi, dove, durante la stagione secca, le pozze si asciugano, la fauna selvatica si concentra attorno alle poche pozze interne e ad alcune sorgenti ai piedi delle montagne dello Zambesi. Qui i leoni restano in attesa, sapendo che la preda assetata non ha altra scelta che bere qui; e può accadere che turisti esperti riescano a vedere, dopo lunghi avvistamenti, i predatori in azione.

16 14 1213 6 10

 

Animali

Il parco, il cui punto focale è il sistema di terrazze fluviali alluvionali, larghe fino a 3,5 km, che fiancheggiano il fiume Zambezi, ha una importanza particolare per il turismo fotografico. Il fiume Zambezi a Mana Pools scorre ampio e tortuoso, cosparso di isole e di elefanti, bufali, ippopotami e altri animali selvatici che guadano nei fondali in cerca di cibo. Le alte montagne dello Zambia formano uno sfondo spettacolare e drammatico a questa straordinaria scena fluviale. Questa stretta e fertile striscia di terra presenta antichi boschi di magnifici alberi di acacia, fico, mogano e ebano. Nella stagione secca, le radure ombrose di questi enormi alberi, sono popolate da enormi concentrazioni di fauna selvatica africana, branchi di impala, eland, elefanti, zebre, bufali, waterbuck e kudu, tutti eccellenti prede per leoni, leopardi, wild dog,  e altri predatori che abitano questo luogo unico e spettacolare. Il fiume è anche famoso per il suo numero considerevole di ippopotami e coccodrilli del Nilo.

3Bufali mana pool 4Licaoni mana 2 21 4Zebre

cocco ippo

 

Uccelli

Mana Pools è un posto molto speciale per gli uccelli, infatti l’avifauna residente e migratoria, con oltre 450 specie registrate, è unica nel mondo. Possiamo trovarvi: aquile, molte specie di cicogne, aironi e altri uccelli acquatici sono prevalenti, insieme a specie più rare come il Pels Fishing Owl e lo skimmer africano, che nidificano sui banchi di sabbia nel fiume e i mangiatori di api, dal colore carminio scarlatto, che arrivano nei mesi asciutti e nidificano sulle rive del fiume.

8 23

 

Protezione e gestione

La struttura è gestita legalmente dalla Politica. La legislazione prevede la protezione legale delle risorse all’interno del Parco. Ognuna delle tre aree, Mana Pools National Park le valli di Sapi e Chewore,  ha piani di gestione integrata dei parchi che richiede personale e risorse adeguati. Sono stati messi in atto un sistema di monitoraggio regolare dei valori naturali dei parchi e programmi per mantenere gli habitat e le forme del terreno nel loro stato naturale, per evitare disturbi e altri impatti sulla fauna selvatica e preservare l’ambiente.

Sono in corso piani per dichiarare Mana Pools National Park (Zimbabwe) e Lower Zambezi National Park (Zambia) come un parco transfrontaliero che rafforzerà l’importanza dell’intera area.

2Cartello Mana Pool 116Waterbuck

1110

27 30

26tramonto mana 232

Foto di Chiara Frasca e Alessio Delle Cave