Giornata Mondiale del Rifugiato 2018. Eventi UNHCR in Sicilia

1

Il 20 giugno si celebra in tutto il mondo l’ appuntamento annuale voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che ha come obiettivo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla condizione di milioni di rifugiati e richiedenti asilo che, costretti a fuggire da guerre e violenze, lasciano i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che un tempo era parte della loro vita. E soprattutto invita a non dimenticare mai che dietro ognuno di loro c’è una storia che merita di essere ascoltata. Storie di sofferenze, di umiliazioni ma anche di chi è riuscito a ricostruire il proprio futuro, portando il proprio contributo alla società che lo ha accolto.

Per perseguire questo obiettivo l’Agenzia ONU per i Rifugiati (UNHCR) prosegue la campagna #WithRefugees, che vuole dare visibilità alle espressioni di solidarietà verso i rifugiati, amplificando la voce di chi accoglie e rafforzando l’incontro tra le comunità locali e i rifugiati ed i richiedenti asilo.

#WithRefugees è anche una petizione, con la quale l’UNHCR chiede ai governi di garantire che ogni bambino rifugiato abbia un’istruzione, che ogni famiglia rifugiata abbia un posto sicuro in cui vivere, che ogni rifugiato possa lavorare o acquisire nuove competenze per dare il suo contributo alla comunità. La petizione vera’ presentata all’Assemblea delle Nazioni Unite entro la fine del 2018 in occasione dell’adozione del Global Compact per i rifugiati.

La Sicilia, da sempre luogo di integrazione e di incontro di culture diverse, conferma la propria tradizione attraverso una moltitudine di iniziative che le varie comunità di accoglienza organizzano per celebrare al meglio la Giornata Mondiale del Rifugiato.

 Eventi in Sicilia per la Giornata Mondiale del Rifugiato

 Catania, 22 giugno, ore 20:30: Con il patrocinio del Comune e dell’Arcidiocesi, moltissime associazioni che lavorano a Catania con richiedenti asilo e rifugiati, celebreranno la Giornata Mondiale del Rifugiato nella centralissima Piazza dell’Università, con una Festa di Piazza dove testimonianze su esperienze positive di integrazione si alterneranno a performances artistiche e musicali. La serata sarà presentata dal conduttore Ruggero Sardo. Tantissime le associazioni che aderiscono all’iniziativa: Caritas, Centro Astalli, Migrantes, Croce Rossa, Comunità Islamica di Sicilia, Movimento dei Focolari, Pax Christi, Associazione Papa Giovanni XXIII, Istituto San Giuseppe, Cooperativa Prospettiva, Isola Quassùd, Comunità Isole Mauritius, Comunità Sri Lanka, Africa Unita, Penelope, La Locanda del Samaritano, Consorzio Il Nodo.

 Catania, 24 giugno, ore 19:00: Un altro appuntamento +Gusto #WithRefugees: a Via Umberto 229 si inaugura “Orient Experience 4”, il primo ristorante interetnico gestito da rifugiati e migranti della città. L’idea del ristorante nasce dalla collaborazione dell’associazione culturale Isola Quassùd con il regista afghano Hamed Ahmadi, già fondatore degli altri cinque ristoranti Orient e Africa Experience. L’inaugurazione sarà arricchita dalla partecipazione dei giovani attori della multietnica compagnia teatrale Liquid Company, dei musicisti Karim Alishai e Puccio Castrogiovanni de I Lautari, insieme a Eleonora Bordonaro e altri artisti. Per maggiori informazioni su questo e altri eventi dell’associazione Isola Quassùd, potete visitare il sito www.isolaquassud.com

2

Palermo, 17 giugno, ore 18:00

Il centro del capoluogo siciliano ospiterà una processione partecipata che dalla Chiesa ipogea di San Giuseppe dei Teatini ai Quattro Canti arriverà all’oratorio Quaroni, dove è esposta l’opera dell’artista britannica Kate Daudy “Am I my brother’s keeper?”, una tenda proveniente dal campo di rifugiati siriani di Za’atri in Giordania, che è stata decorata dall’artista con frasi scritte da rifugiati da lei incontrati durante varie missioni con l’UNHCR. La processione sarà accompagnata dai tamburi del gruppo Ben Kadì (direzione artistica di Lucina Lanzara). Questo evento, patrocinato dal Comune di Palermo, si inserisce tra le iniziative di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018, ed è organizzato in collaborazione con la Biennale Internazionale di Arte Sacra – BIAS e il World International Sicilian Heritage – WISH, che espongono la mostra. Il programma completo della biennale BIAS è disponibile su www.bias.institute

Palermo, 17 giugno, ore 20:00: Tra gli appuntamenti +Gusto #WithRefugees, che in tutta Italia celebrano la diversità e la condivisione attraverso il cibo, il ristorante multietnico Moltivolti a Ballarò organizzerà una serata all’insegna del gusto (chef rifugiati cucineranno deliziosi piatti provenienti da varie parti del mondo) e della musica: il coro polifonico Goethe Choir si esibirà con un concerto all’interno del ristorante, per poi continuare tra le strade di Ballarò. Per maggiori informazioni, potete visitare il sito www.moltivolti.org

Siracusa, 20 giugno, ore 18:30: l’Agorà del Teatro Greco di Siracusa, prima della messa in scena della tragedia “L’Edipo a Colono” organizzata dalla Fondazione INDA Teatro Greco, ospiterà testimonials e operatori dell’UNHCR, che daranno la propria testimonianza sull’impegno con i rifugiati e sul loro coinvolgimento nella campagna globale #WithRefugees. Per seguire il programma completo: www.indafondazione.org

 Ragusa, 27 giugno, ore 21:30: Nella splendida cornice di Piazza San Giorgio a Ragusa Ibla, sarà possibile assistere al concerto dei Radiodervish, band di world music italopalestinese. Il concerto fa parte del loro tour “Il Sangre e il Sal” ed è organizzato da Fondazione San Giovanni, con il patrocinio di Caritas Ragusa. Per maggiori informazioni visitate il sito www.fsgb.it

Maggiori informazioni su come partecipare a questi ed altri eventi in Sicilia e in tutta Italia sono disponibili sulla piattaforma www.unhcr.it/withrefugees

 

Per maggiori informazioni:

Ufficio Stampa UNHCR Italia: itaropi@unhcr.org

Marco Rotunno rotunno@unhcr.org Cell. +39 334 680 7047