“Io sono Tatenda, nato in Zimbabwe”

La giornata di un bambino africano raccontata ai ragazzi delle scuole medie siciliane.

Il CENTRO TEATRALE SICILIANO, organismo teatrale di promozione e formazione (CTS) e GRIATEATRO, organismo di produzione teatrale, che da anni sostengono le iniziative di LILA-CT, da quest’anno hanno deciso di  promuovere, con l’intento di supportare il programma alimentare della LILA-CT, rivolto alle donne che partoriscono presso il reparto ostetrico dell’Ospedale “Luisa Guidotti” in Zimbabwe, il progetto Io sono Tatenda, nato in Zimbabwe”, destinando parte degli incassi dei propri spettacoli a tale iniziativa.

Tatenda rappresenta tutti i bambini dello Zimbabwe, così come tutti i bambini che nascono nelle regioni povere del mondo. Tatenda, in Shona, una delle lingue che si parlano in Zimbabwe, vuol dire grazie: grazie di essere nato, grazie di vivere, grazie di avere una famiglia e grazie di poter sperare in un futuro migliore.                    

Difficile riuscire a raccontare la vita dei bambini africani, un’esistenza fatta, fin dalla nascita, di privazioni; in passato le privazione erano l’istruzione, il cibo, la salute, l’acqua, oggi a tutto ciò si aggiunge anche la privazione della famiglia. Come tutti sanno molti genitori lasciano il proprio paese e emigrano in altri paesi con la speranza di costruire per i propri figli un futuro migliore.

Per fortuna, anche se è difficile da comprendere, a dispetto delle privazioni, come in ogni altra parte del mondo anche i bambini africani sono in grado di rendere la propria vita divertente, allegra e serena.

I volontari, gli operatori o i medici della LILA di Catania, saranno presenti alle rappresentazioni teatrali che il CTS programmerà in molte scuole medie della Sicilia per illustrare l’iniziativa con un breve intervento adeguato all’età degli spettatori presenti.

_______________________________

La Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids (LILA) è un’associazione senza scopo di lucro nata nel 1987 che agisce sull’intero territorio nazionale attraverso le sue sedi locali.

La LILA  promuove e difende il diritto alla salute, organizza campagne per ridurre la diffusione delle infezioni a trasmissione sessuale, si impegna per affermare principi e relazioni di solidarietà, lotta contro ogni forma di violazione dei diritti umani, civili e di cittadinanza delle persone con infezione da HIV o malate di Aids e dei gruppi vulnerabili connessi, giovani, donne, persone che si prostituiscono, persone che fanno uso di sostanze, persone detenuti e migranti, anche costruendo servizi di integrazione umana e sociale.

Progetti  che la LILA sta realizzando in Africa

  • Progetto “Susy Costanzo” – Diamo vite all’Africa.  Il progetto si prefigge raccolta di fondi per sostenere le attività dell’ospedale “Luisa Guidotti” che ha sede a Mutoko in Zimbabwe. Il progetto prevede anche l’invio periodico di personale sanitario. Il progetto è iniziato nel dal 2004 ed  è ancora attivo.
  • Programma di sostegno alle donne incinte. Il programma prevede la distribuzione mensile di un pacco spesa alle donne incinte, al fine di ridurre i parti a casa e ridurre le mortalità perinatale. Il programma è iniziato nel marzo 2015 ed è ancora attivo.
  • Programma di sostegno alle cliniche afferenti al Luisa Guidotti Hospital si avvia a  concludere il terzo anno di attività. Il programma serve ad aggiornare il personale sanitario delle cliniche (infermieri e counselor) sulle nuove linee guida del Paese e del WHO; a migliorare il follow-up delle persone che vivono con l’infezione da HIV; ed a seguire gratuitamente le persone indigenti che vivono nei villaggi e che  non hanno le risorse economiche per recarsi in ospedale. Il programma è iniziato nel marzo 2015 ed è ancora attivo.