Cosa stiamo realizzando con le tue donazioni (1).

Programma di sostegno alle cliniche finanziato dalla LILA di Catania all’interno del Progetto Susy Costanzo – Diamo vite all’Africa. 

Il Programma di sostegno alle cliniche è realizzato al fine di assistere gratuitamente le persone indigenti che vivono nei villaggi e che  non hanno le risorse economiche per recarsi in ospedale.

I giorni in cui la/il medico e la/il infermiera/e del Luisa Guidotti Hospital saranno delle cliniche presenti nelle cliniche vengono stabiliti con almeno due mesi di anticipo, ciò consente alle/agli infermiere/i di far sapere in tempo al le persone che in quei giorni  saranno esaminate gratuitamente. Ogni settimana vengono visitate da due a tre cliniche; le cliniche che afferiscono al Luisa Guidotti Hospital sono cinque: Muscimbo, Kapondoro, Kowo, Kawere e Makosa clinic.

Chiwayi Masasa.

cosa-facciamo1

Chiwayi Masasa è una simpatica vecchietta di 82 anni; è venuta per dire ad un medico che da quattro anni non ci vede. La signora soffre di cataratta bilaterale e non conosceva, abbiamo scoperto, il programma del Luisa Guidotti Hospital. Due volte l’anno un gruppo di oculisti italiani viene a Mutoko per operare i pazienti che sono stati selezionati nei nostri ambulatori. Gli interventi sono gratuiti. Abbiamo informato la signora e le abbiamo dato la data per l’intervento. Era la prima volta che la signora vedeva un medico. (Kawere clinic)

Clara Mbeira

cosa-facciamo2

Clara Mbeira è una ragazzina di 16 anni con l’aspetto di una bambina di 12. La bambina vive con l’infezione da HIV dalla nascita, è accompagnata dal padre, la madre è deceduta. Oltre a ritardo della crescita, presenta una infezione da funghi al cuoio capelluto e una estesa lesione al corpo dovuta ad un herpes zoster che ha avuto nell’ultimo anno. Negli ultimi  due anni aveva effettuato tre esami per la conta dei CD4 che avevano dato i seguenti risultati: 285/mmc, 241/mmc e 120/mmc. Alcune cliniche sono in grado, infatti di effettuare la conta dei CD4, un esame che permette di quantificare le difese immunitarie che per essere buone devono avere un valore superiore a 500/mmc. Quando i CD4 si ridicono non è un buon segno, era chiaro che la bambina era in fallimento terapeutico e che avrebbe dovuto cambiare terapia, ma per fare ciò doveva essere esaminata da un medico ma le cliniche non hanno medici; Abbiamo prescritto la nuova terapia (con la prescrizione del medico la clinica potrà richiedere i farmaci) e la terapia per le infezioni da funghi e da herpes che abbiamo consegnata. Abbiamo visto Clara la prima volta nell’ottobre del 2016, la seconda volta dopo un mese, stava meglio, e la terza volta il mese scorso, stava benissimo. (Makosa clinic)

Redi Chiguanye. 

cosa-facciamo3

Redi Chiguanye, una signora di 59 anni, è venuta accompagnata dal marito. Durante la visita ci accorgiamo che avevamo già visto la signora lo scorso novembre, e che, oltre ad averle prescritto e consegnato la terapia, le avevamo consigliato di effettuare alcuni esami strumentali e di laboratorio. La signora soffre di  dolori migranti alle grandi articolazioni e presenta un soffio al cuore. Il marito, timidamente, ci ha riferito che non hanno i soldi per effettuare gli esami e per recarsi in ospedale, e che la moglie con la terapia si era sentita meglio; abbiamo continuato la terapia e abbiamo indicato alla signora il giorno della nostra prossima visita. Vedremo. (Kowo clinic)

Clayton Chibanda

cosa-facciamo4

Clayton Chibanda è un uomo giovane di 37 anni che pesa 39 chili. Clayton ci ha riferito che da circa due anni cammina con il bastone; ci ha riferito che da sette anni è in trattamento per l’infezione da HIV ma non ha mai effettuato i controlli per verificarne l’evoluzione, che la notte suda e che spesso è febbricitante. Lo abbiamo portato in ospedale per curarlo adeguatamente. (Kowo clinic)

Il Programma di sostegno alle cliniche è finanziato dalla LILA di Catania all’interno del Progetto Susy Costanzo – Diamo vite all’Africa.

treanni5                         5-permille