Note dallo Zimbabwe 2016 – 11

Aspettando la pioggia

11-10-2016

Drought

Nothing green remains 
sparrows bathing in the dust
drought, killing my soul.  (by Charmaine Torre)

numero 1

Luciano. Sole forte, caldo, arsura, vento che muove la sabbia arida, sabbia che copre i corpi sudati, che sporca i vestiti, che entra nei sandali; acqua che manca, donne, bambini e uomini che cercano acqua, che camminano per chilometri per riempire i secchi d’acqua; uomini, ragazzi e donne che muovono ogni giorno il bestiame per ore e ore per portarli a bere al fiume alla diga anch’essi con pochissima acqua.

num2

Giardini e orti secchi, terra arida, scorte di granturco, di fagioli e di verdure finite, poco da mangiare e niente da vendere; anche i polli, cibo sempre molto comune, sono diventati merce rara.

imm3

Così si presenta il distretto di Mutoko dopo un anno di siccità, dopo un anno che non piove.

La fontana dell’ospedale per tutto il giorno è presa d’assalto; file di gente, parenti di ricoverati e abitanti della missione, che a turno, ordinatamente, riempiono secchi d’acqua per lavare, per cucinare e quando è possibile per dare un po’ d’acqua alle piante ed agli animali.

imm4

La rassegnazione e l’incoscienza, che spesso caratterizzano le popolazioni povere, hanno trasformato la necessità in risorsa. Il tempo trascorso alla fontana per riempire i secchi è diventato un momento di incontro per le ragazze e i ragazzi ed un nuovo gioco per le bambine e i bambini .

Il Dipartimento di Meteorologia dello Zimbabwe il 14 settembre scorso ha diramato un bollettino con le previsioni del tempo per i prossimi sei mesi. Nel bollettino si dichiarava che “…. sia nel periodo compreso fra ottobre e dicembre 2015 che nel periodo fra gennaio e marzo 2016 si avrà, in tutto il paese, una stagione delle piogge di intensità uguale o superiore alla media delle aspettative. Per esempio, nel periodo ottobre/dicembre 2015, un’area con una previsione di 248mm di caduta di pioggia avrà una quantità di pioggia caduta uguale o superiore alle aspettative e così accadrà nel periodo gennaio/marzo 2017. Dal punto di vista climatologico però ci sarà meno pioggia a ottobre e più pioggia a novembre…..”.

Anche i mass media hanno riportato la notizia ed hanno titolato: “Si aspetta una buona stagione delle piogge in tutto il paese”, (The Chronicle, 14 settembre 2016).

Ma i contadini non si fidano, sperano ma non si fidano. Non hanno preparato, come gli altri anni, il campo ad attendere la pioggia, cioè non hanno seminato la terra.

Non vogliono,, perdere insieme al raccolto, per la mancata pioggia anche i semi che, nel 2015, si sono prima rinsecchiti sotto il sole e poi infraciditi. I contadini semineranno solo dopo la prima pioggia.

Tutti speriamo che la pioggia arrivi, anche noi del Luisa Guidotti Hospital; fino ad ora i nostri pozzi hanno fornito l’ospedale dell’acqua necessaria ma se non arriverà la pioggia a riempirli anche i nostri pozzi potrebbero prosciugarsi.

Aspettando la pioggia, aspettiamo novembre.

imm5